Buikukai D'Europa


La scuola ebbe origine a Catania, grande città alle pendici del vulcano attivo più alto d’Europa: l’ETNA.
Nel giugno del 1976 un giovane ed entusiasta yudansha, Pietro Suriano, proponeva l’idea di una scuola di AIKIDO improntata agli insegnamenti del grande Maestro KOBAYASHI HIROKAZU. Il BUIKU AIKI, l’evoluzione dell’AIKI secondo le leggi di MARU e del MEGURI e la loro costante applicazione nella pratica e nella vita di ogni giorno.

La "UNIONE AIKIDO KOBAYASHI" fu poi un passo consequenziale. L’idea di formare una Scuola con caratteristiche esclusivamente accademiche, rifuggendo da ogni sorta di federazione, piacque moltissimo al Maestro KOBAYASHI che, anzi, ne siglò gli atti di fondazione, assumendo la guida didattica e morale. 

Il Maestro SURIANO fu il primo capo della medesima, Nominato Ichiban Kaysho ed Aikido Kyoshi dal Maestro KOBAYASHI nel Gennaio del 1983, si occupò della guida didattica nel Sud Italia. Su indicazione del maestro Kobayashi la carica di Kaysho fu affidata al Maestro POLIMENO Giovanni di Lecce. 

Alla Scuola italiana aderì, come membro onorario, il Maestro André COGNARD, che successivamente fondò l’Academie Autonome de Aikido in Francia.

È doveroso citare gli anziani praticanti, allievi del Maestro KOBAYASHI, che videro sorgere la Scuola italiana: il Maestro Jean François RIONDET di Marsiglia, il Maestro Adrien HALM di Moulhouse, il Maestro Jean Marc BRIEFER di Ginevra, il Maestro Ezio ANTONUCCI di Salerno ed il Maestro Enzo SICALI di Catania.

La Scuola italiana fu un esempio per tutta l’Europa, finché le pochezze degli uomini non costrinsero i Fondatori a decidere di accantonare l’iniziativa rimandandola a tempi più maturi.

Alla morte dell’amatissimo Maestro KOBAYASHI, i Suoi allievi POLIMENO, SURIANO, SAVEGNAGO decidono di ripristinare l’Unione e di renere onore al nome della Stessa fondando la Buikukai d’Europa, quale emanazione ufficiale della Buikukai di Osaka e aderente alla fondazione Aikikai di Tokyo (Zaidan Hojin no Aikikai).